2014 The Nest

In 2014, by chance, in a café in the French Alps, I had a small chat with workers of a nearby granite quarry.
They told me they were in the process of salvaging a large quantity of half worked boulders that were the by-products of railroad construction in the early 1900’s. They thought that the place might be of interest for an architect and they invited me to have look.
The site was quite something, a chaotic hill of naked stones in the middle of the woods, that was being digged up by bulldozer. The most impressive boulders were selected and loaded on trucks to be sold to beautify landscaped chalets’ grounds.

I immediately seized the opportunity. While doing their job, could they move the stones in such a way to create an oversize sculture? It took no more than a week-end of play to create an evoking shape: a huge stone nest with a single egg.
I took a few pictures and agreed to return asap with a professional photographer and take some aerial photos.
Unfortunately, by the time I could make arrangements and the weather was fine enough, work had progressed and the setting had already been changed beyond recognition.

P.S. Interestingly the few pictures I published on internet at that time became fake news.
UFOlogists appropriated the photos, pretending it was some sort of mysterious crater in an utterly inaccessible region of Siberia. One more unexplained “scientific” mystery was born!

2014 il Nido

Nel 2014, in un caffè delle Alpi francesi, per puro caso ho scambiato due chiacchere con i lavoratori di una vicina cava di granito.
Mi dissero di essere in procinto di recuperare una grande quantità di massi semilavorati, materiali di risulta di cantiere ferroviario dei primi del ‘900. Erano convinti che il sito potesse interessare un architetto come me e mi hanno così invitato a dare un’occhiata.
Il luogo era davvero particolare: nel fitto di un bosco all’improvviso si scopriva un caotico cumulo di giganteschi pietroni, che venivano spostati dai bulldozer. I massi più impressionanti venivano selezionati e caricati su camion: venivano poi venduti per abbellire i giardini degli chalet.

Ho immediatamente colto l’occasione. Mentre proseguivano con il loro lavoro, avrebbero accettato di spostare le pietre in modo tale da creare una enorme scultura? Un fine settimana di intenso gioco è bastato per creare una forma evocativa: un nido di pietra fuori scala con al centro un unico uovo.
Ho scattato qualche foto e mi sono accordato per tornare al più presto, portando un fotografo professionista e per fare qualche ripresa aerea.
Sfortunatamente, ora che ho preso le necessarie disposizioni e trovato la meteo favorevole, i lavori erano progrediti e il mio allestimento era stato stravolto al punto da diventare irriconoscibile.

P.S. È interessante notare come le poche foto che pubblicai all’epoca su Internet siano diventate una fake news.
Gli UFOlogi si sono appropriati delle immagini, fingendo che si trattasse di un misterioso cratere, naturalmente in una regione assolutamente inaccessibile della Siberia.
Era nato un nuovo inspiegabile mistero “scientifico”!

Leave a Reply

Your email address will not be published.