Il testo in italiano segue quello in inglese


2019 Guardian (Angel?) (Tarquinia)

In Tarquinia an almost secret backstreet, a stone’s throw from the heart of this exceedingly old city, a place where it is impossible to stray by accident. Bordered on one side by a row of medieval residences; on the other side by the high wall of the garden of a disused monastery. At the end a lookout overlooking a wide landscape of barren hills, hooded by dark patches of thickets.

An acquaintance who resides there, asked me to characterize the entry point of the street with a strong landmark so as to make it immediately recognizable by his guests.

Hence I created a distinctive yet blurred shape that recalls, depending on the dominant light incidence, a guardian angel or a knight

2019 Il Guardiano (Tarquinia)

A Tarquinia una via quasi segreta, a due passi dalla Porta Nuova e dal cuore antichissimo della città, ma dove è impossibile capitare per caso.  Delimitata su un lato da una palazzata di dimore medievali; dall’altro l’alto muro del giardino di un convento in disuso. Al termine un belvedere che domina un ampio paesaggio di colline brulle, incappucciate dalle macchie scure di boschetti.

Un conoscente che vi risiede, mi ha chiesto di caratterizzare l’inizio della via con un riferimento forte in modo da renderla immediatamente riconoscibile ai suoi ospiti.

Così ho evocato una forma sconcertante e nello stesso tempo quasi indistinta, che evoca, a seconda della luce dominante, un angelo guardiano o forse un Lare di etrusca e romana memoria (forse uno di quei Lares Compitales che proteggevano gli incroci stradali).

Leave a Reply

Your email address will not be published.