Itineraries

Since I realize that NAVIGATING this site may be disorienting, let me suggest a few ITINERARIES.

Mi rendo conto che NAVIGARE questo sito possa essere disorientante, provo quindi a suggerire alcuni ITINERARI.

 

Crossroads / Intrecci
(*)

The asterisk indicates projects in which visual parallels and references with the work of other artists are cited.
Sometimes it was a question of sources of inspiration, conscious or not, other times of discoveries I made only once my work was completed.

After all, a work of art is as much invention as appropriation, theft, syncretism.
It is about visiting museums as much as rummaging through garbage cans.
“An artist is like a pig snouting truffles.” Igor Stravinsky

(*)
L’asterisco indica i lavori in cui sono citati visivamente parallelismi e rimandi con l’opera di altri artisti.
Talvolta si è trattato di fonti di ispirazione, coscienti o non consapevoli, altre volte di scoperte che ho fatto solo in data successiva al mio intervento.

D’altronde l’opera d’arte è invenzione quanto appropriazione, furto, sincretismo.
E’ visitare musei quanto rovistare nei bidoni della spazzatura.
“Un artista è una specie di maiale che cerca tartufi.” Igor Stravinskij

 

A thought to end this page:
what is the true meaning of identifying and suggesting “Itineraries”?

Identify affinities, while underlining a diversity of approaches,
or discover that continuity actually denounces the inability to reinvent myself?

Una riflessione per chiudere questa pagina:
qual’è il significato profondo di individuare e suggerire degli “Itinerari”?

Individuare affinità, pur sottolineando una diversità di approcci,
oppure scoprire che la continuità denuncia l’incapacità di reinventarsi?